Gli Stati Generali siamo noi!

Il blocco economico generato dall'epidemia rischia di ampliare le contraddizioni nel rapporto corretto tra Assicurato, Assicurazioni e mondo delle imprese artigiane.

Le assicurazioni controllano incontrastate la filiera, riescono ad avere un enorme potere contrattuale con gli artigiani, imponendo contratti di fiduciariato restrittivi. Gli assicurati sono e restano in balia di contratti complicati e in molti casi intrisi di clausole vessatorie.

Il mercato assicurativo è un esempio che può essere esteso a molti settori: un oligopolio dove poche compagnie si confrontano, con la forza del potere economico, con milioni di soggetti deboli, gli assicurati e ancora più deboli nella veste di danneggiati e con decine di migliaia di imprese oggi fortemente in crisi.

L'incontro di mercoledì 17 giugno è l'occasione per fare il punto della situazione e avanzare proposte non più procrastinabili al legislatore. Un momento di riflessione che riprende il percorso iniziato nel 2014 con la sottoscrizione della Carta di Bologna, documento promosso e sottoscritto anche da Assoutenti, in opposizione alle disposizioni di legge in tema di RC Auto del Decreto Legge n.145 del 23.12.2013.

Obiettivo della Carta di Bologna è stato e resta quello di rendere il mercato assicurativo più concorrenziale e garantire la tutela dei diritti degli assicurati.

Il programma dell'evento
Modera Tommaso Caravani, direttore Carrozzeria Autorizzata

Apertura

FURIO TRUZZI Presidente Assoutenti
Per un rilancio della carta di Bologna

Interventi

SONIA MONTELEONE Movimento Consumatori
Clausole vessatorie, pubblicità ingannevole.
Il risarcimento diretto. Le distorsioni.

STEFANO MANNACIO Assoutenti
Per una riforma urgente delle autorità di controllo.
Etica professionale e qualità: rigore assoluto per la ripartenza.

ANDREA COLLETTI Deputato M5S
Un progetto di legge organico sul mondo delle assicurazioni.

DAVIDE GALLI Presidente Federcarrozzieri
No ad accordi al ribasso a discapito della qualità e sicurezza nelle riparazioni